Friuli, uomo contagiato da "febbre del topo": i sintomi

·1 minuto per la lettura
Friuli, uomo contagiato da
Friuli, uomo contagiato da "febbre del topo": i sintomi(Photo by Smith Collection/Gado/Getty Images)

La "febbre del topo" è arrivata in Italia. Si tratta di un caso importato dalla Slovenia, dove i contagi sono ormai oltre 200 e il problema è diventato molto serio. Il virus trasmesso dai topi si chiama Hantavirus e il primo caso nel nostro Paese riguarda uno sloveno che vive lavora a Monfalcone. L’uomo si è presentato pochi giorni fa al Pronto soccorso di Gorizia, come spiega "Il Piccolo" e fortunatamente non è in gravi condizioni ma il suo caso ora desta preoccupazione per un possibile focolaio di Hantavirus dovuto a topi infetti anche sul versante italiano del confine.

GUARDA ANCHE - Covid, le persone vaccinate possono trasmettere comunque l’infezione ad altre persone? La risposta dell’AIFA

Fulvio Zorzut, medico epidemiologo Specialista in Igiene e Medicina Preventiva, ha spiegato al quotidiano locale "Il Friuli", che i sintomi sono "febbre, cefalea, dolori addominali e lombari, fotofobia e dopo tre-cinque giorni compare una sindrome renale con proteinuria, seguita da ipotensione, emorragie multiple e, nei casi più gravi ed estremamente rari, coma".

Si può confondere con il Covid? "No - ha spiegato il medico - perché una anamnesi accurata fa emergere il recente consumo di vegetali raccolti liberamente. La letalità varia dallo 0,5% delle forme miti, al 15 % delle forme gravi non trattate. I roditori selvatici disseminano il virus nell'ambiente per mezzo dei loro escreti (urine, feci, saliva). Una volta infettati, i roditori eliminano il virus per tutto l'arco della vita". Il virus, tuttavia, non viene trasmesso da uomo a uomo.

GUARDA ANCHE - Fake News: I vaccini anti-covid provocano l’ingresso del Covid nelle cellule (ADE)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli