Friuli Venezia Giulia aderisce a Biblioteca legalità -3-

Fdm

Venezia, 10 gen. (askanews) - Al suo interno i libri vengono considerati gli strumenti indispensabili per consentire ai giovani di costruire un immaginario che pone al centro la giustizia e il senso civico. È infatti giusto insegnare, a partire dalla prima infanzia, i concetti di lecito e non lecito perché noi viviamo all'interno di contesto fondato su un preciso contratto sociale. Va inoltre sottolineato che questa iniziativa, grazie alla collaborazione anche del vicegovernatore Riccardi, è rivolta anche ai bambini ospedalizzati e quindi il nostro auspicio è che possa espandersi sempre di più, sia nel territorio regionale, sia nel resto d'Italia".

La firma del protocollo si è svolta al Paff! Palazzo Arti Fumetto Friuli di Pordenone, in occasione della mostra "Matite e Manette - La Polizia nel fumetto", un contesto particolarmente rappresentativo per il tema del progetto e, a tale riguardo, il governatore Fedriga ha sottolineato che "favorire nei giovani la conoscenza e il rispetto delle istituzioni che garantiscono la sicurezza dei cittadini è un processo fondamentale, perché nel medio e lungo periodo la cultura della legalità rappresenta un forte elemento di contrasto alla criminalità. Inoltre, la capacità di comprendere il significato profondo di ciò che si legge è imprescindibile per garantire la libertà, perché consente ai cittadini di sviluppare una mentalità critica, la quale è, ad esempio, un ottimo antidoto contro le fake news".

(Segue)