Friuli Venezia Giulia, iter più snello per insegnamento friulano

Fdm

Udine, 22 ago. (askanews) - Certezza dei contributi erogati agli istituti scolastici e tempi agevolati per l'iscrizione agli elenchi degli insegnanti abilitati.

Sono queste le principali novità introdotte con le modifiche al Regolamento per l'insegnamento della lingua friulana (riferito alla Legge regionale 29/2007), approvate oggi dalla Giunta regionale su proposta dell'assessore all'Istruzione, Alessia Rosolen.

"Anticipiamo l'erogazione dei fondi per l'insegnamento della lingua friulana nelle scuole dell'infanzia e primarie, diamo certezza del contributo destinato agli insegnanti di friulano e ampliamo i tempi per la presentazione delle domande di iscrizione nell'apposito elenco dei docenti abilitati" ha spiegato Rosolen.

Per consentire alle scuole di avviare l'attività di insegnamento fin dall'inizio dell'anno scolastico viene modificata la tempistica per l'assegnazione dei fondi. In particolare, si prevede che il Servizio regionale in materia di istruzione provveda a erogare un acconto delle risorse destinate ai corsi di lingua friulana entro il 30 settembre dell'anno scolastico di riferimento, nella misura del 20 per cento del fabbisogno relativo all'anno scolastico precedente. Successivamente, con il decreto di concessione i finanziamenti saranno erogati in via anticipata a ciascuna scuola beneficiaria, fino a un massimo del 70 per cento dell'importo complessivo.

Inoltre, sono stati modificati i termini per la presentazione delle domande di iscrizione nell'Elenco regionale dei docenti abilitati, al fine di venire incontro alle esigenze manifestate dalle scuole di poter implementare il numero di insegnanti anche nel corso dell'anno scolastico. È possibile pertanto presentare domanda di iscrizione per l'insegnamento della lingua friulana dalla data di emanazione dell'avviso dell'Ufficio scolastico regionale fino al 31 dicembre dell'anno di riferimento e l'aggiornamento dell'elenco avviene con cadenza trimestrale.