FS italiane: la sostenibilità è trasporto integrato e intermodale

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 3 ott. (askanews) - Cambiare la mobilità del paese promuovendo lo "shift modale" e favorendo scelte di trasporto collettive e sempre più a basso impatto ambientale. È questa la missione del Gruppo FS, come ribadito dal suo responsabile Sostenibilità, Lorenzo Radice, intervenuto alla decima edizione Salone della CSR e dell'Innovazione Sociale in corso a Milano negli spazi dell'Università Bocconi. "Con il nuovo Piano Industriale 2022-31 - ha sottolineato Lorenzo Radice - il Gruppo FS ha promosso una visione nuova di mobilità sempre più integrata, condivisa e multimodale, che necessità del dialogo tra tutti gli stakeholder per cogliere l'opportunità offerta dal PNRR che affiderà al gruppo 24 miliardi di investimenti in infrastrutture e non solo".

Tra i principali punti previsti nel nuovo Piano industriale del Gruppo guidato da Luigi Ferraris vi è inoltre la grande attenzione alla riduzione dell'impatto energetico delle attività di Ferrovie dello Stato. "Siamo i primi consumatori di energia elettrica del paese e vogliamo autoprodurre energia sufficiente a soddisfare il 40% del nostro fabbisogno attraverso l'utilizzo delle fonti rinnovabili - ha spiegato Radice - Nel profilo sostenibile del Gruppo rientra anche la gestione responsabile della catena di fornitura con fornitori valutati e premiati in base agli impatti ambientali e sociali". Il tutto, ha aggiunto nel suo intervento, senza dimenticare l'attenzione all'economia circolare da prestare attraverso "la scelta di materiali riciclabili e riutilizzabili nel processo produttivo".

Nella strategia di sostenibilità del Gruppo FS, che prevede l'obiettivo della Carbon Neutrality entro il 2040, come ricordato da Lorenzo Radice, inoltre, rientrano le scelte in materia finanziaria dove "sono stati emessi Green bond e altri strumenti di finanza sostenibile". Il più grandi di questi, dal valore nominale di 1,1 miliardi di euro, è stato emesso con successo a inizio settembre con scadenza aprile 2027. (nella foto: responsabile Sostenibilità Gruppo FS Italiane, Lorenzo Radice)