FT, Bruxelles vuole riscrivere le regole

HuffPost

Una risposta alle grandi crisi d’Europa: la Brexit, il rallentamento economico e l’Italia. A Bruxelles stanno pensando di riscrivere le regole di bilancio europee, rivedendo il Patto di Stabilità e di Crescita. A scriverlo è il Financial Times, sottolineando che il piano – conosciuto informalmente come “SGP 2.1” - è contenuto in un documento che circola fra i funzionari europei, di cui il quotidiano della City ha potuto prendere visione, che punta, già nel primo anno di mandato di Ursula von der Leyen, a semplificare le regole e a riportare fra le capitali dell’Eurozona maggiore fiducia nella capacità della Commissione Ue di farle rispettare. 

Si tratterebbe di un piano per allentare i cordoni della borsa e dare sostegno e sollievo alle economie più deboli - moltissime nell’Eurozona - in particolare al Governo di Roma, con un ovvio assist alla formazione di un Governo M5S-Pd che è fortemente voluto a Bruxelles al punto che Romano Prodi lo ha spinto con il nome coalizione “Ursula”.

Il documento, commenta la portavoce della Commissione Ue, è solo “il risultato di un brainstorming tecnico e non è stato visto né analizzato da nessuno a livello politico”. Per questo, prosegue, “a questo documento bisogna dare zero credibilità e credito perché è basato su un brainstorming interno dei servizi. Non è stato visto dalla gerarchia della Commissione, né dal presidente eletto né dalla sua squadra di transizione, e ancor meno avallato. È sorprendente vedere articoli su un documento in cui le idee sono solo idee che non sono state viste dai politici e che probabilmente non vedranno la luce”, ha concluso la portavoce.

Nell’ultimo anno, la Commissione Ue è stata duramente criticata per l’atteggiamento morbido nei confronti del Governo anti-establishment italiano, che non è stato sanzionato per la violazione dei target sul deficit nel 2018 e 2019. L’esigenza di semplificazione delle regole è sentita però anche perché...

Continua a leggere su HuffPost