Ftse Mib chiude la settimana in positivo

·1 minuto per la lettura

Le borse europee hanno chiuso in positivo una settimana all’insegna della volatilità. Due sedute consecutive di rimbalzo dei listini a Wall Street hanno permesso ai mercati europei di chiudere la settimana con il segno più. In particolare, a Piazza Affari, il Ftse Mib si è fermato a 24.766,09 punti, +1,14% rispetto al dato precedente.

La performance migliore sul listino delle blue chip è registrata dalle azioni Prysmian (+4,54%) che hanno capitalizzato la notizia, comunicata direttamente dall’Ad Valerio Battista, secondo cui la società è vicina alla definizione di un contratto "molto interessante" negli Stati Uniti. Morgan Stanley ha incrementato il prezzo obiettivo sulle azioni.

Tra i bancari, +3,04% del Banco BPM grazie alla promozione da “hold” a “buy” annunciata dagli analisti di Deutsche Bank. Giornata positiva anche per UniCredit e BPER Banca, salite rispettivamente del 2 e dello 0,96 per cento. Sul podio c’è anche Azimut (+3,1%) che ha visto l’utile trimestrale raddoppiare.

Tra le performance peggiori troviamo Inwit (-2,97%), Pirelli (-0,62%, in rally ieri dopo la diffusione dei conti) e Atlantia (-0,16%). Quest’ultima ha chiuso i primi tre mesi con ricavi in rosso dell’8% e non è stata in grado di prevedere quando saranno ripristinati i volumi di traffico pre-pandemia.

Giornata di conti anche per Unipol (+0,12%) che ha visto l’utile netto passare da 134 a 361 milioni di euro e confermato la guidance prevista dal piano strategico. Arrivati anche i numeri di Datalogic (+14,97%) ed Erg (-5,05%).

Dal fronte titoli di Stato, lo spread Btp-Bund ha chiuso in rialzo a 115 punti base, quasi il 3% in più rispetto al dato precedente. (In collaborazione con money.it)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli