Fu il primo presidente ucraino: è morto Leonid Kravchuk

Ucraina morto Leonid Kravchuk
Ucraina morto Leonid Kravchuk

La sua morte è avvenuta in un periodo particolarmente doloroso per l’Ucraina ormai profondamente dilaniata dal conflitto. Leonid Kravchuk è morto all’età di 88 anni: fu il primo presidente dell’Ucraina indipendente dal 1991 al 1994. Ne ha dato notizia l’agenzia di stampa Ukrinform che ha citato una fonte della famiglia.

Ucraina, l’ex presidente Leonid Kravchuk è morto a 88 anni

Con il crollo dell’Unione Sovietica il ruolo di Leonid Kravchuk fu fondamentale. La sua morte ha sconvolto un intero Paese tanto che sono stati moltissimi i messaggi di cordoglio da parte di personalità politiche e non solo come quello del deputato Rustem Umerov che su Twitter ha scritto: “Una perdita enorme. È morto il primo presidente dell’Ucraina indipendente Leonid Kravchuk […] Le nostre preghiere sono con la famiglia”. L’ex addetta stampa dell’attuale presidente Zelensky sempre attraverso un tweet ha affermato: “Ha affrontato con orgoglio la sfida di avviare una nuova Ucraina indipendente dopo il crollo dell’URSS e ha fatto di tutto per rendere il fragile stato il paese più democratico nello spazio post-sovietico”.

Il consigliere presidenziale Gerashchenko: “Era una figura storica”

Il messaggio di addio forse più doloroso è quello che è stato trasmesso dal consigliere presidenziale ucraino Anton Gerashchenko che nel suo cordoglio ha messo in evidenza l’importanza di Kravchuk nell’indipendenza ucraina: “Leonid Kravchuk, primo presidente dell’Ucraina indipendente, è morto oggi all’età di 88 anni. Era una figura storica e ha svolto un ruolo enorme nell’indipendenza dell’Ucraina pacificamente. Lo conoscevo personalmente. Profonde condoglianze alla sua famiglia e ai suoi cari”. Stando a quanto si apprende l’ex capo di Stato ucraino sarebbe morto a seguito di una lunga malattia.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli