Fuga da Kabul, in 640 ammassati in aereo cargo Usa

Nel giorno del drammatico assalto da parte degli afghani terrorizzati degli aerei americani nell'aeroporto di Kabul, un C-17, un aereo cargo militare, è decollato con 640 rifugiati stipati a bordo, portandoli in salvo in Qatar. E' quanto si legge sul sito Defense One, che pubblica anche le foto dell'interno dell'aereo, con moltissime persone, in maggioranza giovani uomini, ma anche donne, anziani, bambini, seduti per terra durante il volo, avvenuto domenica scorsa.

Secondo la ricostruzione fatta da alcune fonti, il C-17 non doveva partire così carico, ma gli afghani che avevano ottenuto l'autorizzazione a partire e stavano aspettando il loro turno, sono riusciti ad entrare dal portellone posteriore semi aperto del velivolo.

Invece di far intervenire i militari per far uscire le persone che non sarebbero dovute trovarsi a bordo del C-17, "l'equipaggio ha deciso di partire", raccontano ancora le fonti sottolineando che si ritiene che si sia trattato del numero maggiore di persone mai trasportate da questo tipo di aereo cargo. "Circa 640 civili afghani sono sbarcati dall'aereo quando è arrivato a destinazione", precisano ancora le fonti, correggendo precedenti notizie di 800 rifugiati trasportati a bordo del C-17.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli