Fukushima 10 anni dopo, il Giappone si ferma e ricorda le vittime

·1 minuto per la lettura
Fukushima 10 anni dopo, il Giappone si ferma e ricorda le vittime
Fukushima 10 anni dopo, il Giappone si ferma e ricorda le vittime

Roma, 11 mar. (askanews) – Alle 14:46 in punto ora locale (le 6:46 in Italia), il Giappone si è fermato per un minuto di raccoglimento in memoria della catastrofe di Fukushima, di cui ricorre il decimo anniversario. I residenti delle aree maggiormente colpite dal disastro, nelle prefetture di Fukushima, Iwate e Miyagi, hanno interrotto le loro attività per un minuto di silenzio, nel minuto esatto del terribile sisma di magnitudo 9 che sconvolse l’intera area, seguito da uno spaventoso tsunami e dalla dispersione delle radiazioni dalla centrale nucleare. Una serie di eventi che causarono la morte di oltre 15.000 persone.

Molte municipalità hanno deciso di organizzare eventi e cerimonie in memoria della strage, dopo la cancellazione dell’anno scorso a causa della pandemia di coronavirus.