Fumetti: è morto Benoit Sokal, creatore di Canardo e del videogioco Syberia

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Bruxelles, 29 mag. – (Adnkronos) – Il disegnatore belga Benoît Sokal, noto per la serie di fumetti "Canardo" e che ha raggiunto grande fama internazionale nel mondo dei videogiochi per le avventure grafiche della saga di "Syberia", è morto venerdì 28 maggio all'età di 66 anni dopo una lunga malattia. La notizia della scomparsa è stata pubblicata dalla stampa belga.

Nato a Bruxelles il 28 giugno 1954, Sokal frequentato i corsi di fumetto di Claude Renard all'Institut Saint Luc della capitale belga ed esordisce con alcune storie realistiche pubblicate su "Le neuvième rêve" nella seconda metà degli anni Settanta. Nel 1978 crea sul secondo numero di "À Suivre" Canardo, un investigatore privato cinico e fallito con un impermeabile stazzonato alla tenente Colombo: niente di nuovo, insomma, se non si trattasse di un'anatra che vive avventure molto realistiche in un mondo popolato da animali antropomorfi. Il papero detective ha problemi di alcolismo, sigarette e donne. Tradotto come "Ispettore Anatroni" in Italia, il personaggio ha fatto la sua comparsa sulla rivista "Alterlinus" ed in seguito in un volume a lui dedicato dall'editore Milano Libri Edizioni. In seguito Sokal ha realizzato "Sanguigne" e il poliziesco "Silence, on tue!" (silenzio, si uccide!), quest'ultimo su testi di François Rivière.

La sua carriera di Sokal ha avuto una svolta quando ha accettato di collaborare con la Microïds per realizzare l'avventura grafica "Amerzone-Il testamento dell'esploratore" (2009). Per Microïds ha disegnato anche i videogiochi "Syberia", diffusi a partire dal 2002 (poi sono diventati anche un fumetto), una delle avventure grafiche più celebri ed influenti di tutti i tempi. La protagonista è Kate Walker, una giovane e promettente avvocatessa di New York, che si trova coinvolta in intrigate vicende.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli