Fumo, Contursi (Siicp): "Inserire dati su sigarette e prodotti alternativi su fascicolo sanitario per valutare rischi"

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – Rispetto ai prodotti alternativi privi di combustione "il contributo che la medicina territoriale potrebbe dare è un contributo alla ricerca, vista anche l'enormità dei dati ai quali possono accedere i medici di famiglia, con le cartelle cliniche informatizzate di cui dispongono". Lo ha detto il responsabile della Scuola di Alta Formazione della Società Italiana Interdisciplinare per le Cure Primarie (Siicp), Vincenzo Contursi, nel corso della presentazione al Cnel del primo Rapporto Censis su fumo di sigarette e prodotti senza combustione in Italia.

Secondo Contursi si potrebbe immaginare "un fascicolo sanitario elettronico adeguato a quello che la transizione digitale richiede", con il "dato 'fumo' inserito nel database, per avere tutta una serie di indicazioni rispetto ai rischi sulla salute"; e, "anche in un domani mi auguro non lontanissimo, rispetto all'utilizzo dei dispositivi alternativi, che è indubbio che debbano entrare nell'analisi del medico specialista perché costituiscono un'abitudine che ha un margine di rischio sulla salute, cardiovascolare e polmonare in particolar modo". Attraverso i dati raccolti, anche "la riduzione del rischio rispetto al fumo da combustione, che è indubbia al di là della necessità di ulteriori evidenze scientifiche, potrebbe trovare riscontro", conclude.