Funghi della pelle: cosa sono e i rimedi

micosi

Quando parliamo di funghi della pelle intendiamo quello che scientificamente viene definita tinea corporis, ovvero una dermatofitosi. Questo fungo non è altro che un’infezione della pelle che solitamente colpisce la pelle del viso, del torace o degli arti. Va precisato subito che questo fenomeno non è dipendente solamente da uno scarso livello di igiene ma può anche dipendere da un momentaneo calo delle difese immunitarie del soggetto coinvolto da questo tipo di micosi.

Funghi della pelle: i rimedi

Riconosciamo i funghi della pelle come una o più chiazze piatte che si estendono con una forma anulare e di diverse dimensioni. Porta facilmente ad un prurito e la pelle diviene secca e squamosa. Ad un medico basta osservare la formazione cutanea per riconoscerla immediatamente ma potrebbe anche prelevare un piccolo campione di pelle per poterlo analizzare al microscopio per capire meglio la natura del fungo interessato.

I funghi della pelle sono generalmente trattati con medicinali antifungini acquistabili normalmente in farmacia anche senza ricetta. Questi farmaci antifungini possono essere somministrati come crema o compressa ingeribile. Certamente il medicinale andrà assunto fino a quando non scompare, anche se sembra che l’infezione sia scomparsa prima. In ogni caso è sempre necessario il consulto di un medico, magari specialista, per poter definire correttamente una cura.

È comunque importante avere dei piccoli accorgimenti per evitare di infettarsi e/o infettare gli altri se si condividono costantemente degli spazi come la casa e l’ufficio. Lava tutti gli oggetti che vengono a contatto con la pelle infetta, come gli asciugamani, i vestiti e le lenzuola. Pulisci la doccia, tappetini e pavimenti con un detergente adeguato e non condividere asciugamani, spazzole, pettini o accessori per capelli. Mantieni la pelle, i capelli e le unghie pulite e asciutte, è importante non grattarsi per non facilitare la diffusione dell’infezione sulla pelle.

I rimedi naturali

Vi sono, però, anche alcuni rimedi naturali che potrebbero aiutare a debellare questo fastidioso fungo come, ad esempio, l’aglio che è usato non di rado per trattare l’infezione. Per usare l’aglio come trattamento, preparare una pasta di spicchi d’aglio schiacciati mescolando l’aglio con un po’ di olio d’oliva o di cocco. Applicare uno strato sottile di pasta sulla pelle interessata e coprirla con una garza.

Questa operazione andrebbe compiuta un paio di volte al giorno dopo un accurato risciacquo della superficie infetta. Anche l’aceto di mele ha dimostrato proprietà antifungine, in questo caso è necessario immergere un batuffolo di cotone nell’aceto e tamponare sull’infezione per 3 volte al giorno ad intervalli regolari..

Inoltre anche l’aloe vera può essere una soluzione in quanto contiene sei agenti antisettici che, secondo la ricerca , mostrano attività antifungine, antibatteriche e antivirali. È sufficiente applicare il gel ricavato dalla pianta (o più semplicemente acquistato in erboristeria) sulla zona interessata dall’infezione fungina per tre o quattro volte al giorno. Il gel ha anche proprietà rinfrescanti, quindi può lenire il prurito e la pelle gonfia. Se l’eruzione cutanea non è sparita in circa due settimane e noti che continua a diffondersi ed a mantenere un colore piuttosto rosso e acceso, contatta il medico per sottoporti a controlli mirati.