Furti in appartamenti in centro a Milano: 4 fermi, uno è minorenne

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 10 feb. (askanews) - La polizia ha eseguito a Milano un provvedimento di fermo nei confronti di quattro cittadini serbi, tra cui uno minorenne, sospettati di far parte di una banda di ladri e rapinatori, e ha sequestrato numerosi orologi di lusso, accessori e capi d'abbigliamento griffati, oltre a circa 14mila euro in contanti. Lo ha riferito la questura del capoluogo lombardo, spiegando che il provvedimento è stato disposto dai pm Francesca Crupi della locale procura e da Sabrina Ditaranto della procura dei minori, che hanno coordinato le indagini svolte dalla squadra mobile meneghina.

Gli indagati sono gravemente indiziati di diversi furti in appartamento compiuti nelle zone del centro di Milano, tra cui quello compiuto lo scorso 12 dicembre in un'abitazione di un elegante stabile in via San Nicolao. In quell'occasione, uno di loro era riuscito ad entrare dopo essersi arrampicato al primo piano dello stabile e aveva fatto accedere altri due complici dal portone principale, mentre un quarto faceva da "palo". L'intero furto era stato ripreso dalle telecamere di videosorveglianza del palazzo, permettendo agli investigatori della seconda sezione di identificare i ladri, uno dei quali era già stato arrestato dagli stessi agenti lo scorso 27 gennaio a Vicenza dopo un tentativo di rapina nell'abitazione di un imprenditore locale.

Esattamente un anno fa, gli stessi poliziotti avevano sgominato un'altra batteria di ladri acrobati che, come questa, penetrava nei palazzi arrampicandosi sulla facciata. In quell'occasione, gli indagati erano stati fermati all'interno del campo nomadi di via Monte Bisbino a Milano, insediamento abusivo molto frequentato anche dai fermati di questa mattina.