Furti in negozi Milano, arrestato 31enne e denunciato nipote 15enne

Red-Asa

Milano, 29 mag. (askanews) - Un peruviano 31enne stato arrestato ieri dalla polizia per furto aggravato in concorso in un negozio di via Torino e suo nipote 15enne denunciato a piede libero. I due sudamericani sono stati notati mentre guardavano le vetrine dei negozi della centralissima via commerciale. Arrivati davanti ad un rivenditore di abbigliamento sportivo, dopo alcuni cenni di intesa, uno dei due rimasto all'esterno con la chiara funzione di palo mentre il secondo entrato all'interno del negozio. Dopo pochi minuti, la persona che era entrata uscita e insieme al complice si sono allontanati in direzione Piazza Santa Maria Beltrade. Gli agenti, senza perderli di vista, hanno notato il ragazzo poco prima entrato nel negozio, estrarre dal marsupio due magliette e metterle in una busta che il complice aveva al seguito.

I poliziotti quindi li hanno fermati e hanno accertato che ad entrare nel negozio era stato un cittadino peruviano di appena 15 anni che agiva in concorso con lo zio di 31 anni il quale, invece, fungeva da palo rimanendo all'esterno. Entrambi avevano al seguito marsupi e borse artigianalmente "schermate" per eludere i sistemi di allarme antitaccheggio. Gli agenti all'interno delle loro borse hanno trovato altra merce per un valore di circa 600 euro risultata essere stata rubata nella stessa mattinata in altri negozi del centro.

Lo zio 31enne, con alle spalle precedenti per reati contro il patrimonio, stato arrestato per furto aggravato e continuato. Il minore, incensurato, stato indagato a piede libero per il medesimo reato e riaffidato alla madre. Tutta la merce recuperata stata restituita ai legittimi proprietari.