Furto aggravato e coltello: due arresti a Milano Centrale

Lme

Milano, 12 giu. (askanews) - Ieri gli agenti della Polizia Ferroviaria di Milano hanno arrestato due stranieri di 23 e 21 anni, un cittadino libico e un cittadino algerino, irregolari sul territorio nazionale, responsabili del furto di un cellulare ai danni di una donna nella piazza adiacente la stazione ferroviaria.

I due si sono accodati a una viaggiatrice e mentre uno la distraeva chiedendole delle informazioni, il complice riusciva a sottrarle il cellulare dall'interno della borsa. L'azione non passata inosservata ai poliziotti che sono intervenuti per bloccare i due uomini. Durante le fasi dell'arresto, uno dei due uomini ha improvvisamente estratto dalle tasche dei propri pantaloni un coltello multiuso con lama aperta puntandolo nella direzione degli agenti.

I poliziotti sono riusciti a immobilizzarlo ed arrestarlo assieme al complice. I due fermati, condotti presso l'Ufficio Polfer, sono stati trovati in possesso di un altro cellulare, che da accertamenti risultato rubato poche ore prima ai danni di un anziano signore invalido, all'interno della Metropolitana linea 2 di Milano.

Gli agenti hanno esteso la perquisizione alla dimora dei due, una stanza di un albergo adiacente alla stazione, dove sono stati recuperati numerosi altri cellulari risultati di provenienza furtiva, poi sequestrati.

I due sono stati arrestati per furto aggravato, resistenza, possesso ingiustificato di un coltello e deferiti in stato di libert per ricettazione e false attestazioni a Pubblico Ufficiale sull'identit personale.