Furto al cimitero di Eboli: l’appello di una madre disperata

furto al cimitero di Eboli

Un gesto di massima inciviltà e crudeltà. Un atto ignobile, meschino, incapace di porre rispetto nei riguardi della smisurata sofferenza di una famiglia che ha visto morire la propria figlia. L’appello arriva direttamente da un gruppo Facebook, in cui una madre ha denunciato il furto al cimitero di Eboli. Dalla tomba di sua figlia, infatti, è stata rubata una statua. Sui social la donna ha postato la foto di quel che resta del monumento. Numerosissimi i commenti di sdegno e di conforto verso una famiglia che non vede riposare in pace la propria giovane figlia.

Furto al cimitero di Eboli: rubata una statua

“Questo è quello che rimane di una statua in bronzo sulla tomba di mia figlia“. Con queste parole una madre ha fatto sapere quanto accaduto al cimitero cittadino. E ancora: “Un ringraziamento a chi dovrebbe controllare tutta l’area del cimitero di Eboli”. Lo ha scritto nel pomeriggio di 14 ottobre sul gruppo Facebook “Sei di Eboli se…”. Moltissimi i commenti: “Dicono che ci sono controlli in tutta Eboli. Io quel poco che la pratico vedo solo stranieri fumare in piazza sui muretti alle 15 del pomeriggio, topi e degrado zona giostre . Un abbraccio a questa signora”, “Animali”, “Visto che queste cose succedono da un po’ di anni, c’è un perché non sia stato preso nessun provvedimento? I responsabili del cimitero cosa dicono? Non hanno mai dato nessuna risposta e né nessun provvedimento preso?”. C’è chi chiede se ci siano delle telecamere nei paraggi. La madre della giovane ragazza scomparsa ha risposto: “Sono andata a verificare per le telecamere , mi sono sentita rispondere che ce n’è solo una fuori dal cancello. Non ho parole”.

Come si può vedere nell’immagine pubblicata nel gruppo Facebook, accanto alla tomba della ragazza è rimasto un rosario. Tra i commenti, inoltre, c’è chi denuncia altri furti avvenuti nello stesso cimitero, principalmente vasi e portafiori, che spariscono di notte per essere rivenduti.