Furto di energia elettrica a Pozzuoli, denunciate due persone

contatori elettrici furto

Denunciate a Pozzuoli, Napoli, due persone per furto di energia elettrica: rubati alla compagnia circa 17mila euro. I due ladri sarebbero un 69enne già noto alle forze dell’ordine e un 57enne: ai controlli hanno partecipato anche i tecnici dell’Enel, che hanno aiutato la Polizia nelle operazioni di controllo di manomissione dei contatori.

Furto di energia elettrica a Pozzuoli

A Pozzuoli, nel Napoletano, le forze dell’ordine hanno scoperto l’ennesimo furto di energia elettrica, solo l’ultimo di una lunga serie. Denunciati i due uomini che avevano frodato l’azienda di fornitura elettrica, un 69enne già noto alle forze dell’ordine e un uomo di 57 anni. I controlli sarebbero avvenuti in via Quinto Fabio Massimo, all’interno del Rione Troiano, dove gli agenti di Polizia avevano riscontrato un errato consumo di energia, che non corrispondeva all’importo calcolato nelle bollette. Un risparmio di ben 17mila euro, che ha provocato un grosso danno economico all’azienda. A seguito di ulteriori indagini, e grazie all’aiuto del personale dell’Enel che ha accompagnato le forze dell’ordine nell’operazioni di controllo, gli agenti hanno scoperto la manomissione di due contatori elettrici. Immediata la denuncia per i due ladri per furto di energia elettrica.

L’ultimo di tanti

Le forze dell’ordine hanno fatto sapere come nell’ultimo periodo siano aumentati i controlli di questo tipo, intensificatisi in tutto il territorio. Uno degli episodi che ha causato più scalpore è quello di Camposano, vicino Nola, dove un 44enne incensurato è stato arrestato dopo essere stato scoperto dai carabinieri per aver rubato 49mila euro manomettendo il contatore elettrico del suo bar. L’uomo è stato fermato con l’accusa di furto aggravato.