Furto di magliette alla Rinascente di Milano: assolto Marco Carta

Furto di magliette alla Rinascente di Milano: assolto Marco Carta

Milano, 31 ott. (askanews) – Assolto “per non aver commesso il fatto”. Si è chiuso così il processo milanese a Marco Carta, il cantante di 34 anni accusato del furto di magliette griffate dal valore complessivo di 1.200 euro avvenuto il 31 maggio scorso alla Rinascente di Milano. Il pm aveva chiesto 8 mesi di carcere con una sanzione pecuniaria da 400 euro. L’accusa di furto aggravato non ha tuttavia retto al vaglio del giudice monocratico che ha emesso una sentenza di assoluzione piena.

Soddisfatti i legali del cantante: “La sentenza – hanno detto – riconosce l’assoluta onestà di Carta che si è sempre proclamato innocente”.

“Oddio, grazie” ha commentato il cantante al telefono con gli avvocati, non essendo presente in aula al momento della lettura della sentenza. I suoi difensori hanno raccontanto che dopo aver saputo di essere stato assolto, non è riuscito a trattenere le lacrime.

Il pm è pronto a ricorrere in Appello, ma secondo i legali del cantante, “il dato è talmente certo che la vicenda finirà qui”; la difesa è convinta che la responsabilità del furto ricada esclusivamente su Fabiana Muscas, l’inferimiera di 53 anni amica di Carta che però, a differenza di quanto avvenuto per il cantante, si vide convalidare dal giudice l’arresto chiesto dalla procura.