Furto di magliette, Marco Carta: finisce incubo, torno a sorridere

Fcz

Milano, 31 ott. (askanews) - "È come se oggi mi svegliassi da un brutto sogno. Adesso posso riprendere ancora più forte la mia musica e le mie giornate, ora posso tornare a sorridere". E' un passaggio del post pubblicato da Marco Carta subito dopo aver incassato la sentenza di assoluzione nel processo milanese che lo vedeva imputato per il furto di 1.200 di magliette griffate avvenuto il 31 maggio scorso alla Rinascente di Milano. "Solo un brutto ricordo in via d'estinzione", scrive il cantante di 34anni che nel 2009 vinse il Festival di Sanremo ringraziando "tutte le persone che non hanno mai creduto neanche per un secondo alle cattiverie dette gratuitamente. Grazie alla mia famiglia, ai miei amici, quelli veri. Grazie Sirio, amore mio. Grazie al mio World Paper. Grazie dal profondo del mio cuore ai miei avvocati Simone Ciro Giordano e Massimiliano Annetta".