Furto di magliette, Marco Carta in lacrime: oddio grazie

Fcz

Milano, 31 ott. (askanews) - "Oddio, grazie". Così il cantante Marco Carta quando ha commentato, al telefono con i propri legali, la sentenza che ha portato alla sua assoluzione nel processo che lo vedeva imputato per il furto di magliette griffate dal valore complessivo di 1.200 euro avvenuto il 31 maggio scorso alla Rinascente di Milano. Il 34enne che nel 2009 si aggiudicò il primo posto al Festival di San Remo non era presente in aula al momento della lettura della sentenza. I suoi difensori, gli avvocati Simone Ciro Giordano e Massimiliano Annetta, gli hanno subito telefonato. E, hanno riferito i due legali, dopo aver saputo di essere stato assolto, non è riuscito a trattenere le lacrime.