Furto ed estorsione ad aziende agricole Caserta: un arresto

Psc

Napoli, 10 mar. (askanews) - Furto ed estorsione ai danni di aziende agricole e ricettazione: questi i reati contestati, a vario titolo, a sei indagati della provincia di Caserta. Una persona è finita in carcere, tre ai domiciliari e due obblighi di dimora e obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Le misure cautelari, emesse dal gip del tribunale di Santa Maria Capua Vetere, sono state eseguite dai carabinieri della Stazione di Grazzanise. Il provvedimento restrittivo è stato emesso a conclusione di un'indagine, coordinata dalla procura sammaritana, condotta da marzo 2018 a gennaio 2019. In totale sono stati undici i furti, di cui uno tentato, di veicoli agricoli e parti di essi, commessi in diversi comuni del Casertano cui spesso sono seguite richieste estorsive con il metodo del "cavallo di ritorno". Le somme richieste per poter riavere i propri beni variavano dai 500 ai 2.500 euro. E' stato, inoltre, accertato che l'azienda di uno degli indagati veniva utilizzata peer nascondere i trattori rubati.