Fvg: approvato bilancio consolidato Regione 2018

Fdm

Trieste, 24 set. (askanews) - Il bilancio consolidato della Regione è un documento fondamentale in quanto è la fotografia della situazione finanziaria della Regione a cui è affiancata quella degli enti regionali, delle società partecipate e delle controllate. Esso, dunque, rappresenta la situazione economica, finanziaria e patrimoniale dei soggetti compresi nel perimetro di consolidamento 2018, sopperendo alle carenze informative e valutative dei bilanci forniti disgiuntamente dai componenti del gruppo e consentendo una visione d'insieme dell'attività svolta dalla Regione attraverso il gruppo. E' quanto ha spiegato l'assessore regionale alle Finanze, Barbara Zilli, alla I Commissione consiliare che l'ha approvato a maggioranza (sì del centrodestra, astensione delle opposizioni, nessuno contrario). Relatore per l'Aula sarà lo stesso presidente della Commissione, Alessandro Basso (FdI). Il bilancio consolidato - si legge quindi nella presentazione - è costituito dallo stato patrimoniale, dal conto economico e dalla relazione della Regione. Il risultato economico d'esercizio consolidato per il 2018 risulta pari a 25.778.601 euro, portando a pareggio il totale dell'attivo e del passivo patrimoniale consolidato. Dall'analisi delle voci dello stato patrimoniale consolidato 2018 si apprende che le variazioni intervenute nelle risultanze finali di bilancio, rispetto all'anno scorso, sono dovute a due fattori: l'aumento degli enti inclusi nel perimetro di consolidamento (nel 2018 gli enti consolidati sono 26, con un aumento di 19 unità rispetto al 2017); una diversa riclassificazione delle voci di bilancio rispetto a prima. Dai criteri di valutazione per il conto economico consolidato 2018 risulta che il totale dei componenti positivi della gestione ammonta a 7.176.577.637 euro, con un aumento di 251.726.986 euro rispetto all'anno precedente; il totale dei componenti negativi della gestione ammonta a 7.112.788.538 euro, con una diminuzione di 6.936.885 euro rispetto al 2017. Richieste di approfondimento e di verifica, ma non da meno di prevedere incontri cadenzati con coloro che sono nominati alla direzione degli enti regionali, erano state avanzate in apertura di seduta da Cristian Sergo (M5S), Furio Honsell (OpenFVG), Diego Moretti e Roberto Cosolini (Pd).