Fvg, Fedriga: Bambini e autismo sia centro eccellenza nazionale

Fdm

Pordenone, 26 ott. (askanews) - "È dalla collaborazione tra il pubblico e privato convenzionato, come nel caso tra la sanità del Friuli Venezia Giulia e la Fondazione Bambini e autismo, che la Regione può attivare quel circolo virtuoso attraverso il quale assistere le persone nella cronicità al di fuori degli ospedali. Il sodalizio pordenonese rappresenta un modello di cui andiamo fieri e che vorremmo diventasse un centro di eccellenza a livello nazionale". Lo ha detto oggi alla Fiera di Pordenone il governatore Massimiliano Fedriga, intervenendo al convegno "Autismo ed emergenze, una risposta efficiente va costruita" organizzato dalla Fondazione Bambini e autismo. Alla presenza del prefetto di Pordenone, Maria Rosaria Maiorino, del vicesindaco Eligio Grizzo nonché di presidente e direttore della Fondazione, Cinzia Raffin e Davide Del Duca, Fedriga ha innanzitutto ricordato come una delle sue prime visite istituzionali da governatore fosse stata proprio quella alla Fondazione Bambini e autismo di Pordenone "dalla quale ho colto il grande lavoro compiuto a livello scientifico e medico ma, soprattutto, il fondamentale supporto alle famiglie che vivono giornalmente con le persone affette da questo disturbo".

"È la cronicità, e quindi l'impegno costante e quotidiano, uno degli aspetti - ha aggiunto Fedriga - sui quali dobbiamo concentrarci quando pensiamo alla richiesta di salute dei nostri cittadini. Ed è ciò che stiamo facendo con la riforma della sanità che andremo ad approvare; oltre agli ospedali c'è una fitta rete di esigenze e richieste che vengono svolte fuori dai nosocomi da associazioni ed enti come la Fondazione Bambini e autismo. Queste relazioni ci possono consentire di dare una risposta alla cronicità, togliendo così al pubblico parte del peso per lasciar gestire, a chi ha livelli di eccellenza, alcuni aspetti riguardanti la salute delle persone". Fedriga ha infine ricordato l'ottimo lavoro sino ad ora svolto dalla Fondazione e il sostegno che la Regione ha garantito a specifici progetti. Tra questi, figura il contributo per la realizzazione dell'unità di emergenza per l'autismo, supporto di notevole importanza per i familiari delle persone affette da questo particolare disturbo. "Il Friuli Venezia Giulia - ha concluso il governatore - ha tutte le carte in regola per diventare punto di riferimento a livello nazionale nell'ambito dell'autismo e, quindi, lavoreremo con impegno per raggiungere tale obiettivo".