Fvg-Iran: Zilli, opportunità per Pmi da cooperazione scientifica

Red/Cro/Bla

Roma, 30 ott. (askanews) - La cooperazione tra istituti di ricerca scientifici e le opportunità che si aprono alle Pmi maggiormente impegnate in processi di innovazione sono stati i temi al centro dell'odierno incontro a Trieste tra l'assessore alle Finanze del Friuli Venezia Giulia, Barbara Zilli, e l'ambasciatore della Repubblica islamica dell'Iran in Italia, Hamid Bayat.

Zilli ha ricevuto la delegazione diplomatica iraniana nella sede della Giunta regionale in piazza Unità d'Italia, portando il saluto del governatore Massimiliano Fedriga e dell'Esecutivo. All'incontro ha preso parte anche il vice coordinatore generale di Elettra Sincrotrone, Marco Marazzi.

"L'accordo sottoscritto nel 2016 a Trieste tra Elettra Sincrotrone e l'Ipm, l'Institute for research in fundamental Sciences di Teheran, ha contribuito a rafforzare le relazioni scientifiche tra i due Paesi - ha evidenziato Zilli - a vantaggio anche delle nostre eccellenze nel mondo delle piccole e medio imprese innovative".

L'ambasciatore ha riferito dei grandi progressi scientifici compiuti dall'Iran, anche a partire da quell'accordo che ha contribuito allo sviluppo della Iranian lights Source Facilities (Ilsf), una sorgente di luce di sincrotrone di terza generazione con sede a Teheran.

La delegazione ha quindi espresso l'auspicio che le collaborazioni tra ingegneri e ricercatori scientifici iraniani e del Friuli Venezia Giulia possano espandersi nel solco degli investimenti che il Paese medio-orientale intende sostenere in questo settore.