Fvg, Riccardi: ridotto deficit sanità e raddoppiati investimenti

Red/Gtu

Roma, 23 ott. (askanews) - "Uno stanziamento di 20 milioni di euro che va ad abbattere i disavanzi del sistema sanitario regionale in un quadro in cui la proiezione del passivo 2019 indica una riduzione di un terzo rispetto all'annualità precedente, le cui responsabilità in ordine alla programmazione finanziaria ricadono su chi ha governato nella passata legislatura": così si è espresso oggi a Trieste il vicegovernatore del Friuli Venezia Giulia con delega alla Salute, Riccardo Riccardi, a margine della seduta del Consiglio regionale dedicata all'assestamento di bilancio.

Il vicegovernatore ha spiegato che il disavanzo di 40 milioni di euro previsto per quest'anno, per l'appunto due terzi in meno del 2018, è rappresentato in buona parte (35 mln) da una spesa relativa ai rinnovi contrattuali del personale.

"Come i numeri dimostrano - ha spiegato Riccardi - stiamo sensibilmente riducendo l'avanzamento della spesa generata negli esercizi precedenti. Contestualmente, abbiamo aumentato le risorse destinate agli investimenti che, nel 2019, prevediamo ammontare a 107 milioni di euro. Una cifra significativamente importante che testimonia la messa in atto di una visione strategica indirizzata al futuro". "Anche questa - ha concluso il vicegovernatore - in controtendenza rispetto al passato se pensiamo che, l'anno scorso, sugli investimenti lo stanziamento è stato inferiore ai 50 milioni".