Fvg, Roberti: riforma Enti locali per massima libertà a sindaci

Fdm

Udine, 7 ott. (askanews) - "Vogliamo creare strumenti e apportare dei correttivi a quelli esistenti per dare la massima libertà ai sindaci di amministrare il proprio territorio. Nessuna volontà di imporre nulla dall'alto e pochi paletti, uno di questi sarà il principio Una Testa Un Voto per fare in modo che i Comuni più grandi non sovrastino quelli più piccoli". Lo ha indicato oggi a Udine l'assessore alle Autonomie locali del Friuli Venezia Giulia, Pierpaolo Roberti, illustrando al Consiglio delle Autonomie (Cal) le linee generali del ddl sulle forme associative comunali che sarà vagliato dalla Giunta Fedriga nella prossima seduta. Fra le novità, anche la creazione di 4 sub enti regionali che si occuperanno in prima battuta dell'emergenza legata all'edilizia scolastica "per dare una risposta immediata ad un comparto in sofferenza" ha spiegato Roberti, indicando negli enti "una forma embrionale per la partenza dell'ente intermedio".

"Al vertice dei quattro enti ci sarà un commissario tecnico per raccogliere l'eredità più pesante lasciata dalla chiusura delle Province - ha proseguito l'assessore - e risolvere la difficile situazione dell'edilizia scolastica che, allo stato attuale, è attribuita ai Comuni con l'obbligo di esercizio all'interno delle Uti, la cui carenza di personale ne rende tuttavia impossibile la gestione".

(segue)