Fvg, Zanin: nel 2019 lavoro di qualità e quantità

(Segue)

Trieste, 19 dic. (askanews) - Seconda conferenza stampa di fine anno, per il presidente del Consiglio regionale Piero Mauro Zanin. Dopo quella di dicembre 2018, fatta a compimento di un anno di trapasso dalla XI alla XII legislatura, quella di oggi segna in pieno un anno di attività a conduzione centrodestra. "Abbiamo fatto un lavoro di qualità - ha affermato il presidente ai giornalisti, ma anche ai presidenti degli organi di garanzia e al presidente dell'Ordine dei giornalisti intervenuti per l'occasione - oltre che di quantità, con 280 ore di sedute d'Aula per non parlare delle ore che hanno visto impegnate le Commissioni. Le leggi approvate sono progetti di visione di ciò che questa maggioranza ha come prospettiva del fare, e in particolare attraverso due leggi di manutenzione realizzate in un solo anno, ovvero due leggi omnibus che ricoprono tutti i settori più importanti, dal Piano casa al Piano trasporti, passando per la famiglia e il sostegno alla genitorialità". "Inoltre - ha proseguito - abbiamo realizzato due riforme, quella degli enti locali (con la fine delle Unioni territoriali intercomunali-Uti, vero progetto fallimentare) e quella della sanità (con l'individuazione di tre aree vaste in cui è stata inserita tutta l'offerta del sistema salute della regione, rafforzando l'abbattimento dei tempi di attesa, le risposte alle cronicità, gli accessi ai Pronto soccorso)".

"In 40 ore - ha aggiunto Zanin - abbiamo approvato la legge di stabilità 2020, devo riconoscere anche grazie alle opposizioni che non hanno fatto alcun ostruzionismo. E anche qui abbiamo previsto sostegni alle famiglie, ma pure investimenti diretti a disposizione dei Comuni, per le infrastrutture e per la sanità. L'anno nuovo, invece, inizierà con il Consiglio regionale impegnato con due disegni di legge molto importanti: uno inerente la semplificazione e la sburocratizzazione, che molti promettono ma poi non realizzano perché il sistema è davvero complesso; l'altro seguirà il solco della legge RilanciaImpresa realizzata dal capogruppo del Pd, Sergio Bolzonello, da assessore regionale alle Attività produttive e si chiamerà SviluppoImpresa".