Fvg, Zilli: con manovra assestamento risposte a territorio

Fdm

Trieste, 16 ott. (askanews) - "Una manovra di assestamento che mira a dare un concreto sostegno allo sviluppo del territorio regionale, puntando in particolare sulla produzione agricola e sul rafforzamento della parte infrastrutturale dell'offerta turistica relativa alla montagna. Inoltre, coerentemente al nostro programma di governo, viene rivolta una grande attenzione al tema della famiglia e dell'infanzia". Così l'assessore alle Finanze del Friuli Venezia Giulia, Barbara Zilli, oggi a Trieste a margine dei lavori della I Commissione del Consiglio regionale dedicata all'esame del disegno di legge relativo all'assestamento di bilancio 2019. Nel dettaglio, si tratta di un'operazione che mette a disposizione complessivamente oltre 40 milioni di euro, derivanti in parte da un processo di razionalizzazione di spese che non avrebbero potuto essere utilizzate nel corso dell'anno. Al sistema sanitario regionale, con 20 milioni di euro, viene destinata metà delle risorse, mentre l'altra grossa fetta è rappresentata dal rifinanziamento del Fondo di rotazione in agricoltura (10 milioni di euro), attraverso il quale verrà attuato l'intervento straordinario per il riassetto economico e il rilancio della Cantina di Rauscedo. In merito agli interventi sul settore turistico, sono 300mila gli euro destinati al Comune di Sappada per l'adeguamento degli impianti di risalita e delle piste da sci. Inoltre, 90mila euro per il 2019 e 600mila per il 2020, sono le risorse allocate in questa manovra per lo scorrimento delle graduatorie relative ai contributi assegnati ai Comuni e finalizzati al potenziamento delle infrastrutture turistiche. Per quel che riguarda gli enti locali, e in particolare i Piani di azione coesione (Pac), viene data una copertura di 6,3 milioni di euro alla realizzazione dei progetti Pisus dei Comuni di Tarvisio, Gorizia e Pordenone, mentre in ordine agli interventi sugli edifici scolastici sono previsti 400mila euro da destinare ai contributi per i Comuni e altri 400mila per le opere sulla viabilità di pertinenza municipale. Relativamente al tema della famiglia, l'assestamento mette a regime di spesa un totale di 2.250.000 euro per gli assegni a sostegno della natalità, 1 milione di euro per i gestori dei nidi infanzia (nell'ambito dell'azione finalizzata all'abbattimento delle rette) e un altro milione di euro per l'attuazione della Carta famiglia. Infine, trovano spazio nel documento di programmazione finanziaria anche i 600mila euro alle iniziative per la sicurezza e l'educazione stradale e i 300mila euro per l'acquisto di attrezzature sportive. "Questa manovra - ha spiegato l'assessore - segue il solco di quel processo di ottimizzazione delle risorse finanziarie messo in atto con la legge di stabilità 2019, intervenendo puntualmente a copertura delle nuove esigenze maturate a seguito dei cambiamenti intervenuti sia sul piano programmatico sia su quello organizzativo, avendo sempre davanti l'obiettivo di finalizzare la spesa pubblica a quelle che sono le reali esigenze del territorio e della nostra gente".