G20, Carlo: “Agire ora su clima, responsabilità schiacciante leader”

·3 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 31 ott. (askanews) - Un'azione urgente sul clima è cruciale ma "sto finalmente percependo un cambiamento negli atteggiamenti e la costruzione di uno slancio positivo", è il messaggio che il Principe di Galles, Carlo, darà oggi parlando al vertice del G20 a Roma, secondo quanto si apprende.

Sua Altezza, da ieri a Roma dove ha partecipato a un ricevimento e a una cena organizzata in suo onore dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella al Quirinale, interverrà al G20, nella sezione dedicata alla lotta ai cambiamenti climatici su invito del primo ministro italiano Mario Draghi. L'invito è un riconoscimento del lavoro pluridecennale del principe a sostegno delle attività di contrasto alla crescente crisi ambientale dovuta al cambiamento climatico.

Secondo Carlo i leader mondiali hanno una "responsabilità schiacciante verso le generazioni future" ed "è impossibile non sentire le voci disperate dei giovani che vedono voi come gli amministratori del pianeta, con il loro futuro nelle vostre mani", aggiungerà nel suo discorso lanciando la volata a una presa di posizione decisa da portare avanti anche alla Cop26 di Glasgow, che parte domani copresieduta da Regno Unito e Italia.

Il principe Carlo sarà accompagnato alla sessione speciale del G20 da Brunello Cucinelli, CEO italiano dell'omonima casa di moda e da Brian Moynihan, co-presidente dello SMI, organismo composto da più di 300 CEO con la missione di sbloccare l'impegno e il potenziale delle imprese per fornire soluzioni alla crisi climatica globale.

E proprio questo sarà un altro elemento che il principe sottolineerà davanti ai leader del G20, la disponibilità della finanza e delle aziende ad aiutare nella lotta ai cambiamenti climatici: "Circa 300 dei migliori amministratori delegati del mondo di ogni settore dell'economia, compresi i servizi finanziari, si sono uniti alla mia Iniziativa a sostegno dei Mercati Sostenibili (SMI) e hanno dimostrato quanto siano sensibili al modo in cui sia i consumatori, che controllano più del 60% del PIL globale, che gli azionisti stanno chiedendo cambiamenti nel modo in cui le imprese si comportano".

Nel corso della giornata di oggi il principe parteciperà al lancio da parte dei leader dell'industria della moda di un nuovo marcatore digitale per la sostenibilità, il Digital ID della SMI Fashion Coalition, un certificato virtuale che registra la storia di ogni articolo, come è stato progettato, prodotto e trasportato nei negozi, si apprende dalle stesse fonti.

Un certificato che darà ai consumatori le credenziali di sostenibilità del loro abbigliamento, permettendo alle persone di fare scelte di acquisto più intelligenti e sostenibili: il Digital ID sarà in grado di raccontare la storia di un articolo dalla produzione all'uso, alla rivendita e al riciclo. È un esempio di come il business può accelerare la transizione verso un futuro più sostenibile, in questo caso per l'industria globale della moda.

"Le persone hanno il diritto di sapere se ciò che comprano è creato in modo sostenibile e abbiamo la responsabilità di dirglielo, perché crediamo veramente nei principi condivisi di trasparenza, responsabilità e applicazione - aggiungerà durante l'evento il principe - La moda è uno dei settori più inquinanti del mondo, ma questo nuovo Digital ID mostra come il business sia impegnato in un cambiamento significativo e misurabile: fornire ai clienti le informazioni di cui hanno bisogno per fare scelte più pulite, sane e sostenibili. Dimostra che il business non si limita a parlare di questi problemi, ma che è passato all'azione".

La Fashion Coalition, una delle dieci Industry Coalition di SMI, è guidata da Federico Marchetti, fondatore del gruppo YOOX NET-A-PORTER e comprende i CEO di alcune delle principali case di moda tra cui Giorgio Armani, Mulberry e Chloé. Il lancio del Digital Id avrà luogo nei giardini di Villa Wolkonsky, la residenza dell'ambasciatore britannico a Roma.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli