G20: Casellati, 'garantire vaccini Covid anche a Paesi più poveri, serve sforzo di solidarietà'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 7 ott. (Adnkronos) – "In molti paesi la fase dell'emergenza pandemica non è ancora superata e sono tante, troppe, le persone che continuano ad ammalarsi di Covid. Dall'inizio del 2020 si calcolano oltre 235 milioni di contagiati e quasi 5 milioni, purtroppo, di deceduti". Lo ha detto Elisabetta Casellati al G20 dei Parlamenti in Senato.

"Questi numeri sono impressionanti, ma si accompagnano tuttavia, ogni giorno di più, alla certezza che questa battaglia possiamo vincerla. Ci riusciremo grazie alle conquiste della ricerca scientifica, al progresso delle cure sanitarie e all'intensa attività vaccinale che procede a ritmo serrato in molte parti del mondo: sono già oltre 6 miliardi le dosi di vaccino inoculate", ha spiegato la presidente del Senato.

"Una corsa contro il tempo che non ammette incertezze o esitazioni. Dobbiamo dunque avere fiducia nella scienza e mobilitare tutte le energie possibili per garantire cure sanitarie e una copertura vaccinale capillare che raggiunga tutte le nazioni, anche le più povere e le meno avanzate. In uno sforzo di solidarietà che abbraccia tutti i Paesi", ha sottolineato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli