G20: dichiarazione, 'stop finanziamenti pubblici internazionali per nuove centrali carbone'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 31 ott. -(Adnkronos) – I paesi del G20 si "impegnano a mobilitare finanziamenti internazionali pubblici e privati per sostenere lo sviluppo di un'energia verde, inclusiva e sostenibile" e annunciano la "fine ai finanziamenti pubblici internazionali per nuova produzione di energia da carbone entro la fine del 2021". E' una delle azioni più decise per la lotta al cambiamento climatico adottata dal summit del G20 di Roma. Nella dichiarazione finale si sottolinea "lo stretto legame tra clima ed energia" e si ribadisce "l'impegno a ridurre l'intensità delle emissioni nel settore energetico per rispettare i tempi" definiti dal target fissato nella conferenza sul clima di Parigi. "Collaboreremo per l'implementazione e la diffusione di tecnologie rinnovabili e a emissioni zero o basse, compresa la bioenergia sostenibile, per consentire una transizione verso sistemi di alimentazione a basse emissioni" continua la nota, che spiega come "ciò consentirà anche ai paesi che si impegnano a eliminare gradualmente gli investimenti in nuova capacità di generazione di energia dal carbone di farlo il prima possibile".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli