G20, Draghi: lotta al climate change è la sfida del nostro tempo

·2 minuto per la lettura
featured 1533760
featured 1533760

Roma, 31 ott. (askanews) – “Dobbiamo mettere in atto immediati, rapidi e consistenti tagli di emissioni per evitare conseguenze disastrose. Lo dice la scienza” sul clima. Lo ha detto il presidente del Consiglio, Mario Draghi aprendo la seconda giornata del G20 di Roma, nella sessione dedicata al ruolo del settore privato nella lotta al cambiamento climatico”.

“La lotta al cambiamento climatico è la sfida del nostro tempo. O agiamo ora e affrontiamo i costi della transizione e riusciamo a rendere le nostre economie più sostenibili o rinviamo e rischiamo di pagare un prezzo più alto dopo e di fallire – ha detto Draghi – l’ultimo rapporto del Gruppo intergovernativo delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici mostra che dobbiamo effettuare tagli immediati, rapidi e considerevoli alle emissioni per evitare conseguenze disastrose. Dobbiamo ascoltare gli avvertimenti provenienti dalla comunità scientifica globale; affrontare la crisi climatica in questo decennio; e onorare l’Accordo di Parigi e l’Agenda per lo sviluppo sostenibile 2030”.

“Qualcuno di noi chiede perchè spostiamo il nostro obiettivo da 2 a 1,5 gradi? Perchè lo dice la scienza, dobbiamo ascoltare gli allarmi che vengono dalla comunità scientifica – ha concluso il premier italiano – la presidenza italiana del G20 vuole spingere la crescita economica e renderla più sostenibile: lo dobbiamo ai cittadini, al pianeta e alle future generazioni”.

***

SOttotitoli

La lotta al cambiamento climatico è la sfida del nostro tempo.

O agiamo ora e affrontiamo i costi della transizione e riusciamo

a rendere le nostre economie più sostenibili

o rinviamo e rischiamo di pagare un prezzo più alto dopo e di fallire.

l’ultimo rapporto del Gruppo intergovernativo delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici

mostra che dobbiamo effettuare tagli immediati, rapidi e considerevoli alle emissioni per evitare conseguenze disastrose.

Qualcuno di noi chiede perchè spostiamo il nostro obiettivo da 2 a 1,5 gradi? Perchè lo dice la scienza

Dobbiamo ascoltare gli avvertimenti provenienti dalla comunità scientifica globale;

affrontare la crisi climatica in questo decennio;

e onorare l’Accordo di Parigi e l’Agenda per lo sviluppo sostenibile 2030

*** FLASH ***

La presidenza italiana del G20 vuole spingere la crescita economica e renderla più sostenibile:

lo dobbiamo ai cittadini, al pianeta e alle future generazioni”

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli