G20: Draghi, 'prevenire pandemia, impegno contro danni ambientali'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 21 mag. (Adnkronos) – "Nel perseguire una strategia comune per prevenire future pandemie, dobbiamo mantenere il nostro impegno a limitare i danni ambientali e ad affrontare la crisi climatica. Gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile forniscono una serie di target utili per raggiungere questo obiettivo generale, a partire dalla conferenza COP26 che l’Italia presiederà quest’anno insieme al Regno Unito". Lo ha detto il premier Mario Draghi, nel corso della conferenza stampa a chiusura del Global Health Summit.

"La Dichiarazione di Roma – ha rimarcato il presidente del Consiglio – sottolinea giustamente l’importanza di perseguire un approccio “One Health” per preservare la sicurezza umana, animale e ambientale. Questa è la priorità fondamentale della Presidenza italiana del G20. Il gruppo di esperti scientifici (Scientific Expert Panel) ha affermato come la maggior parte delle malattie infettive siano causate da agenti patogeni derivati ​​dagli animali. La loro comparsa è in gran parte guidata dalla deforestazione, dallo sfruttamento della fauna selvatica e da altre attività umane. Un’efficace azione di protezione ambientale può aiutare a difendere il benessere degli animali e, in ultima analisi, mitigare il rischio di nuove minacce per la salute".