G7 condanna Bielorussia per 'aggressiva' politica migratoria

·1 minuto per la lettura
Migranti in un campo al checkpoint di Bruzgi - Kuznica sulla frontiera tra Polonia e Bielorussia, nella regione di Grodno in Bielorussia

LONDRA (Reuters) - I ministri degli Esteri del gruppo G7 hanno condannato la Bielorussia per aver orchestrato un'irregolare processo migratorio presso i confini dello stato, e ha richiesto un'immediato stop a una "campagna aggressiva e abusiva".

"Questi atti crudeli stanno mettendo a rischio le vite dei cittadini", si legge in comunicato pubblicato dalla Gran Bretagna, che detiene la presidenza del G7.

"Chiediamo al regime di cessare immediatamente la sua campagna aggressiva e abusiva, per evitare ulteriori vittime e sofferenze", ha aggiunto il gruppo.

(Tradotto a Danzica da Enrico Sciacovelli, in redazione a Milano Gianluca Semeraro, enrico.sciacovelli@thomsonreuters.com, +48587696613)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli