G7: Draghi, 'prevalsa posizione europea verso Paesi che violano diritti umani'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 23 giu. (Adnkronos) – All'ultimo G7 "la posizione europea era sulle stesse linee atlantiste di impegno contro le dittature, contro le autocrazie, ma è stata modulata in maniera diversa e alla fine è quella che ha prevalso. Nei confronti di tutti i Paesi, ma soprattutto nei confronti di quei Paesi che violano i diritti umani, specialmente quando la dimensione del Paese è grande, la posizione non può che essere quella di cooperazione per risolvere i problemi. Pensate soltanto la sfida del cambiamento climatico, non è affrontabile senza la cooperazione della Cina. Importantissima è la franchezza nel difendere i diritti umani, nel denunciare le violazioni. Per usare una frase del presidente Biden nel corso del colloquio del G7, il silenzio è complicità". Lo ha affermato il presidente del Consiglio, Mario Draghi, nella sua replica alla Camera in vista del prossimo Consiglio europeo.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli