G7, Fico: Parlamenti hanno ruolo cruciale per attuare Agenda Onu 2030

Gal

Roma, 6 set. (askanews) - "Il lavoro che come Paesi e istituzioni dobbiamo fare per garantire un'effettiva tutela dell'ecosistema marino è ancora tantissimo, nonostante molti e significativi passi siano stati compiuti negli anni a livello nazionale e internazionale. Aver deciso di incentrare questa 17esima riunione dei presidenti dei parlamenti del G7 sulla tutela degli oceani è per questo particolarmente rilevante". E' quanto scrive il presidente della Camera, Roberto Fico, su facebook, al termine della riunione che si è svolta a Brest.

"Significa tenere alta l'attenzione su questioni - come l'inquinamento dovuto alla dispersione di plastiche e microplastiche - che riguardano l'intera comunità internazionale e la salute del pianeta - osserva -; significa assumersi le proprie responsabilità e impegnarci al massimo per la difesa di una risorsa preziosa per tutti, un bene comune il cui utilizzo non deve comportare pregiudizi per l'interesse generale".

Secondo il presidente della Camera inoltre "i parlamenti, luoghi del confronto e della rappresentanza dei cittadini, possono svolgere un ruolo cruciale non solo nel tradurre in legge idee, progetti, principi per attuare una strategia globale e coerente con l'Agenda 2030 delle Nazioni Unite; ma anche nell'accompagnare il percorso di negoziati che potrebbe portare all'adozione di una Convenzione Onu per la tutela della biodiversità nel mare profondo, non soggetto ad alcuna giurisdizione nazionale e patrimonio comune dell'umanità. E proprio a questo proposito sono contento che nella dichiarazione finale sottoscritta da tutti i Presidenti sia stata inserita la mia proposta di riconoscere gli oceani come 'beni comuni', un principio essenziale per rafforzarne tutela e valorizzazione".