G7: Rosato, 'su colossi web ieri accordo storico'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 6 giu. (Adnkronos) – "La pandemia non ha colpito tutti allo stesso modo. Se da una parte la maggior parte delle attività sono state penalizzate da lockdown e prolungate chiusure, dall’altra c’è chi, come le multinazionali del web, ha visto i balzare i profitti alle stelle, proprio grazie al cambiamento delle abitudini di acquisto della popolazione mondiale. Ieri al G7 dei ministri delle Finanze a Londra si è raggiunto un accordo storico per cui l’Italia si batteva da tempo e che il presiedente Draghi aveva fissato come obiettivo nel suo intervento a marzo: i colossi del web, che spesso hanno sede in paradisi fiscali, pagheranno le tasse nei Paesi in cui fanno profitto”. Lo scrive in un post il vicepresidente della Camera e presidente di Italia viva Ettore Rosato.

“Una misura giusta e rispettosa -aggiunge- nei confronti di chi, piccole o medie imprese nazionali, ha sofferto e soffre ancora per la crisi, eppure le tasse le paga”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli