G8: caso no global Vecchi, procuratore ricorre in cassazione contro no estradizione

·1 minuto per la lettura
G8: caso no global Vecchi, procuratore ricorre in cassazione contro no estradizione
G8: caso no global Vecchi, procuratore ricorre in cassazione contro no estradizione

Roma, 6 nov. (Adnkronos) – Il Procuratore ha deciso di ricorrere oggi in Cassazione contro la decisione della Corte di Appello di Angers che mercoledì non aveva riconosciuto il reato di devastazione e saccheggio e rifiutato l’estradizione in Italia di Vincenzo Vecchi, l'ex no global latitante da 8 anni, ricercato per i fatti del G8 di Genova del 2001 e arrestato in Francia nel agosto del 2019.

Il Tribunale di Angers mercoledì aveva invece riconosciuto altre due condanne, per l’aggressione a un fotografo e il possesso di una molotov, in base alle quali Vecchi avrebbe dovuto scontare ancora un avanzo di pena di 1 anno, 2 mesi e 23 giorni, in Francia o in Italia, se la giustizia italiana avesse accettato la decisione della Corte di Appello sul reato più pesante per il quale Vecchi dovrebbe scontare ancora 10 anni.

"Mi rammarico per questa decisione del Procuratore. Non ne capisco la necessità", commenta con l'Adnkronos l'avvocato Catherine Glon che insieme a Maxime Tessier rappresenta Vecchi. "La decisione della Corte di Appello di Angers era una decisione equilibrata e motiva", aggiunge Glon.