Gabby Petito, il medico legale ha rivelato le cause della morte dell'influencer

·1 minuto per la lettura
cause morte Gabby Petito
cause morte Gabby Petito

Potrebbero esserci degli sviluppi sulla morte dell’influencer Gabby Petito, la giovane il cui corpo è stato rinvenuto lo scorso 19 settembre presso la foresta nazionale di Bridger-Teton nel Wyoming. Stando a quanto scrive la CNN, l’autopsia eseguita sul corpo della donna era comprensiva di TAC, l’analisi tossicologica e l’esame presso un patologo forense.

cause morte Gabby Petito, l’annuncio del medico legale

Ad ogni modo sarebbero ancora pochi i dettagli legati all’omicidio della giovane. In conferenza stampa, scrive la CNN, il medico Brent Blue ha fornito delle informazioni limitate in quando determinate notizie sarebbero ancora riservate. Il medico avrebbe inoltre precisato a questo proposito che la vicenda relativa alla giovane sarebbe stata “solo una dei tanti decessi nel Paese di persone coinvolte in violenze domestiche”.

cause morte Gabby Petito, gli ultimi giorni

Secondo quanto emerge dagli ultimi post pubblicati dalla giovane, nulla avrebbe fatto presumere quello che sarebbe di lì a qualche giorno successo. Nel momento in cui venne denunciata la scomparsa della giovane, vennero resi noti alcuni retroscena sul rapporto di coppia tra l’influencer e il fidanzato Brian Laundrie. Alla madre l’influencer riferì che la relazione in quelle ultime ore si era fatta sempre più burrascosa.

cause morte Gabby Petito, il 12 agosto la coppia venne fermata dalla Polizia

Lo scorso 12 agosto la giovane influencer e il fidanzato vennero fermati dalla Polizia dopo un uomo fece una segnalazione al 911. L’uomo avrebbe visto Laundrie picchiare la donna. La vicenda è stata documentata con un audio che venne fatto pervenire allo sceriffo della contea del Grand County a Moab nello Utah.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli