Gabon, Fmi approva finanziamento esteso da 553,2 mln dollari

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 29 lug. (askanews) - Il Fondo monetario internazionale (FMI) ha approvato un accordo esteso di tre anni nell'ambito dell'Extended Fund Facility (EFF) per il Gabon per 388,8 milioni di DSP (circa 553,2 milioni di dollari), ovvero il 180 percento del Gabon quota, per affrontare la crisi pandemica di COVID-19 e sostenere l'attuazione della strategia di ripresa economica 2021-23 delle autorità. L'approvazione del Consiglio consente un esborso immediato equivalente a 115,25 milioni di dollari per il sostegno al budget. Lo rende noto un comunicato del Fmi

La risposta proattiva del governo - si legge - ha contribuito a contenere la diffusione del COVID-19 e a salvare vite umane. Tuttavia, la pandemia e il calo del prezzo del petrolio hanno colpito duramente l'economia, aumentando gli squilibri macroeconomici e gravando sull'attività economica, la disoccupazione e la povertà. Mentre l'economia mostra segni incipienti di ripresa, le prospettive rimangono impegnative e contingenti al percorso della pandemia, all'effettiva implementazione dei vaccini e all'attuazione delle riforme strutturali.

Il programma delle autorità - sottolinea il Fondo - mira a rafforzare la risposta del paese alla pandemia, ridurre le vulnerabilità fiscali e del debito pubblico e promuovere una crescita sostenibile, verde e inclusiva guidata dal settore privato. A tal fine, gli sforzi, anche per migliorare la governance e la trasparenza per aumentare le entrate nazionali, anche dai settori petrolifero e minerario, e l'efficienza della spesa, sono essenziali per creare spazio fiscale per gli investimenti e la spesa sociale tanto necessari. L'accordo esteso sosterrà anche il più ampio programma di riforma della strategia regionale CEMAC.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli