Gabriele Rubini, la carriera da sportivo prima della cucina

·1 minuto per la lettura
chef rubio
chef rubio

Chef Rubio è ormai un volto noto nel mondo dello spettacolo. La sua fama si deve ai programmi televisivi condotti su DMAX. In pochi, tuttavia, sanno cosa faceva Gabriele Rubini prima di diventare un personaggio del piccolo schermo grazie alle sue doti culinarie.

La carriera di Chef Rubio

Gabriele Rubini nasce a Frascati nel 1983. Nel 2010 si è diplomato Chef Internazionale di Cucina italiana all’ALMA di Parma. Successivamente è volato in Canada proprio per inseguire la sua passione e perfezionare le sue doti. Al ritorno in Italia inizia la sua carriera in televisione, collaborando a partire del 2013 su DMAX. Inizialmente con “Unti e bisunti”, poi in “Camionisti in trattoria” e, infine, in “Rubio alla ricerca del gusto perduto”. Programmi molto apprezzati dal telespettatori. Chef Rubio ha anche scritto alcuni libri culinari come “Mi sono mangiato il mondo”.

I retroscena da sportivo

In pochi forse sanno che Chef Rubio in passato è stato anche un rugbista, come il fratello Giulio che è un professionista. Gabriele Rubini ha esordito da giovanissimo, nel 2002, in Super 10 con il Parma, divenendo atleta di interesse nazionale per il suo talento. Dal 2003 al 2005 è stato al Rugby Roma collezionando 12 presenze in Serie A. Anche oltreoceano ha continuato a giocare, in Nuova Zelanda. Al suo rientro in Italia, mentre vestiva la maglia della Lazio, nel 2011, la sua carriera da sportivo si è conclusa prematuramente a causa di un infortunio.