Gabrielli: professionalità agenti ha evitato conseguenze più gravi

Nes

Roma, 7 ott. (askanews) - La professionalità e la reattività degli agenti e di tutti gli operati della Questura di Trieste hanno evitato conseguenze che potevano essere peggiori. Così il Capo della Polizia di Stato, prefetto Franco Gabrielli, intervistato a "L'Aria che tira" su La7 che ha ringraziato la cittadinaza di Trieste per la vicinanza dimostrata in questi giorni verso la Polizia dopo l'omicidio dei due agenti Pierluigi Rotta e Matteo Demenego, uccisi venerdi scorso da un cittadino dominicano.

Gabrielli è tornato sulle polemiche divampate subito dopo questa tragedia. "Ho avvertito - ha detto Gabrielli - una sorta di pietoso giudizio negativo sull'operato di questi ragazzi" per il fatto che è stato detto che non fossero state usate le manette "ma ci si dimentica del contesto e che stiamo parlando di una persona che non aveva compiuto un reato gravissimi". C'è stata una criticità "imponderabile" - ha sottolineato Gabrielli - pagata a caro prezzo.

E sul tema delle risorse e delle dotazioni il Capo della Polzia ha ricordato i pesanti tagli di risorse avvenute negli anni passati nel comparto sicurezza. "Siamo perennemente in affano", ha sottolineato Gabrielli evidenziando la difficltà di programmare a fronte della mancanza di certezza nella dotazione di risorse.