Gaffe di Mattia Santori, in contromano nella corsia bus denuncia il caos tra le strade di Bologna

·1 minuto per la lettura
Santori contromano
Santori contromano

Mattia Santori, celebre leader del movimento delle sardine, è ora ufficialmente impegnato in politica, al fianco del Pd: dopo la scelta di candidarsi nella lista del partito di Enrico Letta, è subito diventata notizia la gaffe commessa tra le strade della sua città. Infatti, Santori sui social ha denunciato il traffico di Bologna, sebbene si trovasse in contromano nella corsia dei bus.

Mattia Santori in contromano sulla corsia dei bus

A bordo del suo scooter, Mattia Santori ha denunciato il traffico in tilt nella sua città, riprendendo con lo smartphone le numerose auto incolonnate. Tuttavia, per girare quelle immagini ha percorso la carreggiata contromano, invadendo la corsia riservata ai bus. Gli osservatori più attenti non hanno lasciato scorrere e hanno subito fatto notare la gaffe.

Mattia Santori, la gaffe in contromano: il suo post pubblicato sui social

Sono molti gli utenti che hanno visto il video pubblicato da Mattia Santori sui suoi social. Il traffico nel cuore di Bologna è in tilt, ma il nuovo candidato del Pd finisce in contromano sulla corsia dei bus e i più attenti osservatori l’hanno subito fatto notare.

In una foto pubblicata da Santori per mostrare il traffico di Bologna, il leader delle sardine ha scritto: “Questa è via Saragozza alle 18 di un martedì sera. Coda continua da Porta Saragozza, macchine incolonnate da mezz’ora e residenti (ancora una volta) attoniti. Questo è quello che succede quando il calendario delle partite lo decide un’emittente televisiva privata come DAZN, che guarda ai suoi interessi e non considera che spesso gli stadi in Italia sono situati in quartieri centrali e residenziali. Questo è quello che succede quando, nel 2021, nessuno ha mai affrontato seriamente la gestione dello spazio pubblico e della vivibilità urbana”.

Mattia Santori, la gaffe in contromano: i commenti

Tanti non hanno giudicato con entusiasmo la lamentela pubblicata da Mattia Santori, infatti c’è chi scrive: “Questo è quello che succede in una città che lavora, cosa che tu non hai mai fatto… Ringrazia, che qualcuno ha bisogno di sfaticati come te e puoi far arrivare sera… Amministrate la città da sempre e di cosa ti lamenti!!?? se poi stai con loro…”.

Poi c’è chi stizzito aggiunge: “Bimbo, guarda che chi non ha mai affrontato la gestione dello spazio pubblico e della vivibilità urbana, sono gli stessi del PD con il quale ti candidi, e che sosterrai nella loro continuità a non voler gestire nulla!”.

Altri si soffermano sulle critiche a DAZN, dicendo: “Cosa c’entra DAZN col calendario che è programmato dalla Lega Calcio?”. E ancora: “I turni infrasettimanali c’erano anche con sky. Sono stati anche alle 15… Non c’entra l’emittente privato. L’emittente non può interessarsi di dove sia lo stadio: deve calendarizzare e basta. È lo stadio che è nella posizione “sbagliata”. Ma questo si sa da decenni”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli