Galgano (CI): risparmi importanti farmaci generici ai veterinari

Pol/Vlm

Roma, 9 nov. (askanews) - "Se i medici veterinari potessero trattare gli animali con farmaci generici o con medicinali somministrati alle persone, si produrrebbero risparmi consistenti sia per lo Stato che per gli enti locali, oltre che per le famiglie. I farmaci generici infatti non solo hanno la stessa efficacia, sicurezza e qualità degli equivalenti 'di marca' ma costano dal 20% al 50% in meno; e a differenza di quelli veterinari che non sono rimborsabili, non graverebbero interamente sui proprietari degli animali". E' quanto dichiarato in una nota da Adriana Galgano, deputata di Civici e Innovatori dopo l'approvazione da parte del governo dell'ordine del giorno, a sua prima firma, sul disegno di legge relativo agli adempimento degli obblighi derivanti dall'appartenenza dell'Italia all'Unione europea, Legge europea 2017.

"Se consideriamo che nel nostro Paese ci sono circa 60 milioni di animali, tra cui 7 milioni di cani e circa 7 milioni e mezzo di gatti, e che nei 400 canili presenti sul territorio nazionale si spendono complessivamente 7 milioni di euro al giorno, è facile comprendere quanto rilevante possa essere la portata del risparmio prodotto", conclude Galgano.