Gallarate, gaffe del sindaco leghista: "Calcioni a un tunisino", ma è la vittima

Matteo Salvini con il sindaco di Gallarate

Un 60enne italiano ha bruciato l’auto di uno straniero, ma il sindaco di Gallarate confonde i ruoli e si scatena sui social, pubblicando un post contro il tunisino che è in realtà la vittima.

VIDEO - Chi è Matteo Salvini?

“Tunisino dà fuoco ad auto per passare il tempo”, scrive il primo cittadino Andrea Cassani su Facebook. “Succede anche questo in Italia, dove un sessantenne tunisino, siccome si annoiava, ha incendiato un'auto. In un mondo giusto quest'uomo dovrebbe ripagare l'auto e poi essere riaccompagnato a calcioni nel sedere nel suo paese d'origine. In Italia andrà a finire che non farà nemmeno un giorno di carcere e non caccerà nemmeno un euro per ripagare i danni”.

LEGGI ANCHE: Open Arms, ong rifiuta l'offerta della Spagna. Salvini: "Inaccettabile"

Il primo cittadino, accortosi dell’errore, ha cancellato il post che però non è sfuggito al Partito Democratico di Gallarate: “Mostrando qualche limite nella comprensione dei testi scritti, Cassani legge di un sessantenne con problemi mentali che da fuoco all'auto di un tunisino. E lui cosa fa? Trasforma la vittima in carnefice e confonde un malato psichiatrico con un delinquente”.