Gallera e Fontana convocati a Bergamo

fontana gallera convocati inchiesta ospedale alzano lombardo

La Procura di Bergamo ha convocato il Presidente della Lombardia Attilio Fontana e l’assessore al Welfare Giulio Gallera nell’ambito dell’inchiesta sull’ospedale di Alzano Lombardo. I due verranno ascoltati dagli inquirenti in qualità di persone informate sui fatti.

GUARDA ANCHE - Plasma, Fontana: “Progetto di Pavia funziona”

Gallera e Fontana convocati per inchiesta su ospedale di Alzano

Le indagini riguardano in particolare la mancata chiusura del Pronto Soccorso dell’ospedale di Alzano e i morti nelle residenze sanitarie per anziani. Sul primo fronte gli occhi sono puntati sulla decisione di domenica 23 febbraio di chiudere e riaprire dopo alcune ore la struttura nonostante la presenza poco prima di pazienti infetti. Secondo quanto emerso essa sarebbe stata presa “in accordo con la direzione generale dell’Asst di Bergamo Est dopo la sanificazione e la creazione di percorsi separati Covid e no Covid“.

Sempre nell’ambito dell’inchiesta vi è poi un approfondimento sulla mancata istituzione di una zona rossa nella bergamasca nonostante l’alto numero di contagi da coronavirus in particolare tra Nembro e Alzano. Una questione già oggetto di un dibattito sulla competenza statale o regionale della chiusura della zona.

I due amministratori lombardi, secondo quanto si apprende, saranno sentiti tra la fine di maggio e l’inizio di giugno. Nelle settimane precedenti anche il direttore generale della Sanità Luigi Cajazzo aveva ricevuto ordine di convocazione ed era stato ascoltato dalle autorità competenti. Lo stesso era accaduto per il Direttore Generale dell’ASST Bergamo Est Francesco Locati e il Direttore Sanitario Roberto Cosentina.

GUARDA ANCHE - La gaffe di Gallera