Gallera sulle Rsa: era bene iniziare cure ad anziani sul posto

Lme

Milano, 10 apr. (askanews) - "Era bene iniziare a curare gli anziani sul posto, perché in certe situazioni i pronto soccorso sarebbero stati meno adatti in quel momento. Dovevamo capire se stavamo andando a salvare una vita oppure esponendo un anziano già in condizioni difficili a una situazione peggiore, mettendo in pericolo la sua vita proprio con il trasferimento". Lo ha detto l'assessore al Welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera in una conferenza stampa convocata proprio sul tema delle residenze per anziani.

A proposito dei numeri molto alti di decessi nelle Rsa lombarde a fronte di un numero limitato di tamponi, dati diffusi dall'Istituto superiore di Sanità, Gallera ha voluto ribadire una volta di più la peculiarità della situazione in Lombardia rispetto alle altre regioni. "Qui noi abbiamo avuto, solo in Lombardia, un virus diffuso in tutta la regione da gennaio, che ha portato la mortalità a essere molto alta - ha detto Gallera - Il problema è che queste persone sono morte, non che abbiano fatto o non fatto il tampone. Abbiamo fatto isolare tutte le persone che manifestavano sintomi, ma certe fragilità non sono neppure in grado di sopportare terapie intensive. A tutte le Rsa abbiamo mandato le linee guida sin dai primi giorni".