Galli: "Tragico déjà vu. Stiamo andando a sbattere, tra 15 giorni come Francia, Spagna, Regno Unito"

Linda Varlese
·Editor, HuffPost Italy
·1 minuto per la lettura
Professor Massimo Galli, primary infectologist of the hospital Luigi Sacco gives an interview in Milan on Mars 3, 2020 about the situation of the Covid-19 outbreak in Italy. (Photo by Miguel MEDINA / AFP) (Photo by MIGUEL MEDINA/AFP via Getty Images) (Photo: MIGUEL MEDINA via Getty Images)
Professor Massimo Galli, primary infectologist of the hospital Luigi Sacco gives an interview in Milan on Mars 3, 2020 about the situation of the Covid-19 outbreak in Italy. (Photo by Miguel MEDINA / AFP) (Photo by MIGUEL MEDINA/AFP via Getty Images) (Photo: MIGUEL MEDINA via Getty Images)

“Sto cercando di occuparmi di tutti i pazienti che ho qui. Mi pare una tragico déjà vu. Lo temevo già da agosto, speravo di sbagliarmi e invece…”. Galli, in un’intervista a La Repubblica, mostra tutta la sua preoccupazione per questa fase dell’epìdemia che stiamo vivendo.

“La situazione a Milano si sta facendo molto allarmante, al limite della saturazione. E ci sono forti criticità anche altrove. Abbiamo assoluto bisogno di far funzionare le indicazioni del decreto del governo. Diversamente la strada già tracciata è quella degli altri paesi europei”.

Una preoccupazione che condivide con Crisanti:

“Qualche segnale che stiamo andando a sbattere dobbiamo pur darlo. Tra quindici giorni saremo come la Francia, la Spagna, il Regno Unito”.

Leggi l’intervista integrale su La Repubblica

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.