Galli: "Lockdown nazionale funziona, silenzio stampa su Natale"

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

"Il lockdown nazionale è stato sperimentato e funziona contro la diffusione del coronavirus, ma non lo sto evocando. Il tentativo attuale ci auguriamo funzioni. Natale? Non ne parlo più". Per il professor Massimo Galli, direttore malattie infettive del Sacco di Milano, bisogna attendere per verificare l'efficacia della strategia di suddivisione delle regioni in zone rosse, arancioni e gialle. "Potrebbe sembrare di sì, ma bisogna verificare tempi e modi, non è detto che i tempi per ottenere risultati non debbano essere più lunghi", dice ad Agorà. In primavera, "il lockdown aveva reso libere da infezioni gran parte delle regioni e anche aree nelle regioni più colpite, ma continuava ad esserci un serbatoio di virus in parecchie zone. Durante l’estate, su questo, è stata costruita la nuova ondata".

"A differenza di marzo, non siamo stati presi di sorpresa. Ma la situazione è diversa anche perché abbiamo casi in tutto il paese, anche nelle aree più fragili. Il nostro è un sistema di vasi molto comunicanti", prosegue.

Guai a chiedere a Galli se a Natale si potranno allentare le maglie. "Ho giurato a me stesso che non avrei più pronunciato la parola Natale se non nel momento in cui andrò a fare gli auguri ai miei amici e ai parenti. E’ qualcun altro che dovrà metterci la faccia".