Galli: "Serve cautela ma sono ottimista per la stagione estiva"

·1 minuto per la lettura
Massimo Galli
Massimo Galli

L’infettivologo dell’ospedale Sacco di Milano Massimo Galli ha invitato alla cautela di fronte alla terza ondata di contagi ma non ha nascosto il suo ottimismo in vista dell’estate, come fatto dal Ministro Speranza, grazie allo strumento chiave del vaccino.

Galli sulla terza ondata

Intervenuto durante la trasmissione Agorà in onda su Rai Tre, ha affermato che per le prossime settimane si dovrà avere ancora pazienza e cautela. La terza ondata è infatti “in marcia e ripartita: bisogna capire fin dove si è estesa“. I dati degli ultimi giorni, che potrebbero segnare una diminuzione, “sono i soliti dati da weekend“. Ora è necessario vedere se si mantengono e se la curva segni davvero un rallentamento dell’epidemia. In ogni caso quello che si vedrà in questi giorni è già stato delineato. Non è infatti possibile fermarlo perché dipende da contagi avvenuti nelle giornate precedenti.

Quello che però si può stoppare è un’ulteriore diffusione dell’infezione per cui è necessario proseguire con le restrizioni almeno fino a Pasqua. Quanto alla Sardegna, passata dalla zona bianca a quella arancione, ha affermato che “è la lezione che il conseguimento di determinati risultati che non hanno il tempo di consolidarsi fa sì che basti poco e perché tutto di nuovo si ribalti e vada di nuovo dal bianco al colorato“.

Ha pertanto invitato i responsabili politici e i consiglieri scientifici a dire una volta per tutte che i risultati necessitano di consolidamento e che solo a risultato consolidato si può pensare a qualsiasi tipo di riapertura.